I soli soldini non garantiscono la sicurezza sul lavoro

I soli soldini non garantiscono la sicurezza sul lavoro

Uno dei problemi, che non portano ad un clima sicuro all’interno delle organizzazioni lavorative … è la mancanza di una vera cultura aziendale in favore della sicurezza sul lavoro. Spero di non avervi confuso, volevo soltanto dirvi che si fanno certe cose per legge … magari anche tante … ma senza che nel contempo si crei una mentalità di azienda sicura.

Per quanto di mia conoscenza, in base a studi e confronti con altri colleghi del settore, questa carenza può essere quantomeno migliorata in tanti modi. Uno dei modi è quello di essere presenti (presenti e vivi). La cultura aziendale, ovvero, ciò che i lavoratori respirano all’interno proprie realtà aziendali … spesso è su tutt’altra strada rispetto all’impronta che invece voleva conferire il datore di lavoro con le proprie idee, risorse ed investimenti … talvolta veramente importanti, notevoli in termini di numeri.

Se esiste nella vostra mente il pensiero che ci fa credere che esborsare soldini in sicurezza porti direttamente ad un’impresa sicura … fatevi la cortesia di eliminarlo all’istante e di sostituirlo con un altro ben più ragionevole! Ragionevolmente, infatti, le risorse finanziarie di per sé fanno qualcosa … ma, appunto, solo qualcosa! Questo qualcosa, chiaramente, non è il massimo profitto che i tuoi investimenti debbono conseguire. E’ pertanto necessario cercare altro qualcosa!

Un costo per la sicurezza sul lavoro è soltanto una spesa, quando si rende necessaria per assolvere a qualche incombenza o ad un obbligo normativo. L’investimento, invece, ha un concetto diverso. Vuol dire … indirizzare delle risorse al fine di riceverne una rendita. Chiaro … la rendita cui mi riferisco, sta nel vedere crescere le condizioni di sicurezza e salute delle persone che lavorano per le organizzazioni datoriali. Da qui, una volta cresciuti, sai già quale può essere il ritorno positivo (maggiore produttività, minor scarto, flessibilità delle risorse, etc.) o la mancata spesa a seguito di un incidente avvenuto sul lavoro (risarcimenti, assenze, spese legali ed assicurative, etc.).

Chiariamoci su un fatto: chi investe in sicurezza in termini di soldini, ricaverà ben poco dall’investimento se non coltiva il suo stesso investimento. E’ come se doveste acquistare una casa per una rendita futura: non potete esimervi dal curare l’immobile. Diversamente, per quanto tempo potrà rendervi alla grande questo sforzo? Gli investimenti in sicurezza, pertanto, sono soltanto l’inizio della sfida che, se vinta, porta alla vera cultura della sicurezza … con tutti i benefici connessi.

Dobbiamo seguire le idee profuse, dobbiamo controllare le politiche trasferite, dobbiamo rispettare ogni parte della sicurezza. Il tutto come se fosse un contratto … e di fatto lo è … perché per contratto, noi datori di lavoro, non possiamo non interessarci delle persone che prestano il proprio lavoro in favore delle nostre organizzazioni.

Oltre a questo blog (il mio personale, Francesco Tortora), in quest’altra area risorse trovi informazioni, spunti e suggerimenti per garantire ancor di più la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Per quanto concerne le attrezzature di lavoro è obbligatorio, oltre ad essere indispensabile, conseguire l’abilitazione specifica, ovvero, il patentino. Il patentino viene richiesto per il pieno rispetto dell’accordo stato regioni del 22 Febbraio 2012 (conosciuto anche come accordo patentini attrezzature). Per altri dettagli e maggiori informazioni sul patentino per le attrezzature di lavoro, clicca sul link in basso che più ti interessa:

Per le altre attività di formazione, comunque previste e disciplinate dal testo unico sicurezza e salute sul lavoro (d.lgs. 81/2008), naviga e visita ora quest’area. Scoprirai importanti notizie per aumentare ancor di più la preparazione delle maestranze.

Grazie, vi sono grato … Francesco Tortora

 

 

I soli soldini non garantiscono la sicurezza sul lavoro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.