Spegnere il mezzo è cosa buona, se non lo usi!

Spegnere il mezzo è cosa buona, se non lo usi!

Ogni attrezzatura di lavoro, quando non utilizzata per le varie mansioni, deve essere assolutamente spenta … privata di ogni utilizzo, praticamente non in funzione! Sono veramente molteplici le situazioni in cui un mezzo di lavoro produce un danno in situazioni simili a queste. Investimenti, rotture improvvise, funzioni impreviste … sono le cause di tanti malfatti. Ma la colpa, tranne rare eccezioni che ad ogni modo non rappresentano regole, non sono imputabili al mezzo. Ancora una volta, quindi, è l’essere umano a creare condizioni pericolose. Questa cosa mi preoccupa, e mica poco.

Se andate a leggere un qualunque libretto d’uso e manutenzioni … vi renderete ben presto conto che i costruttori ci invitano a spegnere il mezzo in ogni occasione di sospensione dei lavori … benché minima e/o all’apparenza insignificante. Non so per quale ragione … anche se ne esiste sicuramente qualcuna … ma questa prassi non viene sempre rispettata. Pertanto, tanti trascinamenti, amputazioni ed altri danni pertinenti … sono frutto di un disgraziato modo di comportarsi sul lavoro. Certo, lo ripeto, le intenzioni non sono certo di genere sadico. Nessuno infatti desidera farsi o creare del male … ma è bene rendersi ancora di più conto che, nei tanti rischi che possiamo incontrare sul lavoro … molti rivestono l’etichetta di rischi imprevedibili. Imprevedibile, in questo caso, significa non aspettarseli o al limite … prima che avvengano ci si deve aspettare un mezzo miracolo. E purtroppo, di questi miracoli, di tanto in tanto ne abbiamo notizia … ma nessuno grida alleluia!

Ora, allo stato attuale e nel rispetto delle disposizioni comunitarie che tendono alla sicurezza, molti costruttori installano dei dispositivi di sicurezza proprio per effettuare lo spegnimento del mezzo e/o la sua inibizione … quando l’operatore non è presente. Il più incontrato fra questi dispositivi, lo incontro sotto i sediolini delle attrezzature di lavoro la cui conduzione è prevista con l’operatore seduto in cabina (aperta o chiusa che sia). Purtroppo, però, questi dispositivi in non rare circostanze li noto artefatti … e, pertanto, non funzionali alla causa sicurezza in favore delle persone che lavorano.

Beh … che dirvi, probabilmente nulla può accaderci … ma qualora dovessimo incontrare il diavolo, sappiate che c’è stata una chiara idea di sfidarlo. Ora il pericolo è noto, i guai anche … la nostra mente se n’è resa conto? Chiedetelo, datevi una risposta, datevi poi una mossa! Mettiamoci del nostro, se non vogliamo incontrar il mostro!

In aggiunta al Blog (questo di Francesco Tortora), puoi trovar informazioni pure in quest’area risorse. teniamo in modo particolare a condividere una serie di notizie per una migliore comprensione e tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro. Quanto alle attrezzature di lavoro, sapete da tempo che è obbligatoria l’abilitazione specifica. Stiamo parlando del patentino che viene richiesto, e quindi è obbligatorio, secondo l’accordo stato regioni del 22 Febbraio 2012 (l’oramai noto accordo patentini attrezzature). Per approfondimenti e  informazioni sul patentino attrezzature di lavoro, clicca sui link in basso che più possono servirti:

In aggiunta organizziamo ulteriori attività formative, anch’esse previste dal testo sicurezza e salute lavoro di cui al d.lgs. 81/2008. Per scoprire queste attività … visita quest’area. Scoprirai tanti appuntamenti ed altrettante promozioni per migliorare la preparazione al fine di lavorare al meglio delle tue potenzialità ed in modo sicuro.

Cordialità, gratitudine …

Francesco Tortora

 

Spegnere il mezzo è cosa buona, se non lo usi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.